Piantiamo un seme di bellezza nella comunità

Cultura partecipata

Gli occhi parlano, le parole guardano, gli sguardi pensano

 

Octavio Paz

Contaminazione

Condivisione

Inclusione

Scrittori in erba

Il pubblico di Amabili Confini

Contaminazioni artistiche

Amabili Confini è il progetto di rigenerazione sociale delle periferie di Matera mediante la narrazione, ideato da Francesco Mongiello e organizzato dall’Associazione di Promozione Sociale Amabili Confini.

Amabili Confini è una fucina di idee, uno “spazio del fare” in cui si sperimentano nuove pratiche di condivisione, un luogo di approfondimento e incontro che ha come obiettivo la crescita sociale della comunità.

Il progetto pone al centro la cultura come motore di sviluppo, utilizzando la narrazione “diffusa” e il racconto corale per colmare il deficit di partecipazione dei cittadini, stimolando la comunità a ritrovarsi, a riconoscersi e a identificarsi in un luogo.

Il progetto non usufruisce di finanziamenti pubblici e si realizza grazie al sostegno di partner privati.

Condivisione

il progetto è un’edificante esempio di come si possa attuare una crescita culturale della comunità mediante la partecipazione attiva degli abitanti che diventano protagonisti e artefici di un processo di trasformazione e di cambiamento. Gli abitanti condividono le finalità del progetto e, attraverso un’azione di divulgazione con il passaparola o l’utilizzo di altri mezzi di promozione, lo rendono virale.

Inclusione

Con l’iniziativa si intende dare voce anche agli esclusi, agli emarginati, a coloro che vivono disagi familiari e sociali, agli immigrati, ai minori delle case-famiglia, ai detenuti della Casa Circondariale di Matera che, mediante i loro racconti, potranno superare i “confini” che li separano dalla comunità ed esternare, così, le loro emozioni.

Contaminazione

Apertura al dialogo, al confronto di idee per andare in profondità e creare nuove suggestioni. Il progetto favorisce l’interazione con altri partner e altre rassegne che presentano affinità con Amabili Confini e con cui si possano stabilire relazioni e sinergie. Amabili Confini permette, inoltre, l’incontro e lo scambio di esperienze tra generazioni diverse animate dalla passione per la cultura e dal desiderio di un rinnovamento sociale.

Nessun uomo è un’isola, completo in se stesso; ogni uomo è un pezzo del continente, una parte del tutto. Se anche solo una zolla venisse lavata via dal mare, l’Europa ne sarebbe diminuita, come se le mancasse un promontorio, come se venisse a mancare una dimora di amici tuoi, o la tua stessa casa. La morte di qualsiasi uomo mi sminuisce, perché io sono parte dell’umanità.

John Donne – Meditazione XVII

NEWS ED EVENTI

Dario Voltolini ospite di Radiosa Music

Settimo e ultimo appuntamento con lo speciale Amabili Confini della trasmissione Nel becco del gallo, in onda da Radio Music e condotta da Sergio Gallo: ospite lo scrittore Dario Voltolini. Ecco il podcast della puntata: Foto: Michele Quintano di Radiosa...

leggi tutto