Partecipa ad Amabili Confini 2023

Compila il modulo e invia il tuo racconto breve o la tua poesia sul tema di questa ottava edizione: Tempo

Tra tutti gli scritti pervenuti ne saranno scelti dieci.

Il criterio seguito per la selezione riguarderà essenzialmente la capacità dei testi di suscitare emozioni nel lettore e trascenderà l’aspetto meramente formale e letterario. Amabili Confini, infatti, non ha le caratteristiche di un premio letterario: non ci sono giurie, non ci sono accademici, non ci sono esperti a valutare i racconti.

L’obiettivo che l’iniziativa si pone è quello di incoraggiare chiunque a cimentarsi nella scrittura.

Modalità di partecipazione

Ogni partecipante può presentare un solo elaborato.

Gli elaborati dovranno essere inviati in formato digitale (file Word .docx, .doc o .txt) e svilupparsi per 250 righe al massimo (5 pagine in formato A4). Il nome del file deve contenere il nome e il cognome del partecipante, il titolo del racconto o della poesia e il quartiere di appartenenza.

Per iscriversi bisogna compilare il modulo a destra, prestando attenzione ai campi obbligatori.

Chi risiede in altri comuni della Basilicata o in altre regioni non è tenuto a compilare lo spazio relativo al quartiere, ma se lo desidera può farlo. In tal modo ognuno si sentirà parte di una comunità allargata e darebbe ancora più senso a una componente importante del progetto: l’inclusione.

I testi dovranno pervenire entro il 30 aprile 2023.

Partecipanti minorenni

Nel caso in cui il partecipante sia minorenne, il modulo a destra deve essere compilato da un genitore.

Altre informazioni

Per ulteriori informazioni, è possibile contattare la Segreteria di Amabili Confini ai seguenti recapiti:

E-Mail – info@amabiliconfini.it

Telefono – 3357560493

    Autorizza * A titolo personalePer figli minori

    Autorizzo l'Associazione Amabili Confini A.p.s., senza per questo poter vantare diritti o pretendere compensi, a pubblicare il testo inviato, a mezzo stampa o con ogni altro tipo di supporto e comunque in ogni forma e modo, originale e/o derivato anche all'interno di banche dati o internet.

    Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

    * Campi obbligatori

    Amabili Confini 2023

    Quest’anno Amabili Confini, in programma dal 18 maggio al 15 giugno 2023, proporrà un’anteprima il 4 maggio e un Amabili Confini Off (fuori programma) il 22 giugno.

    Come accaduto nelle precedenti edizioni, anche quest’anno gli organizzatori hanno scelto un tema che potesse suscitare l’interesse di persone di ogni fascia d’età, dai bambini, agli adolescenti, agli adulti e liberare la fantasia di ognuno realizzando quel desiderio sempre vivo di dare voce, attraverso la scrittura, alle proprie emozioni.

    Tempo, tema dell'edizione 2023 di Amabili Confini

    Amabili Confini è il progetto di rigenerazione sociale delle periferie di Matera mediante la narrazione, ideato da Francesco Mongiello e organizzato dall’Associazione di Promozione Sociale Amabili Confini.

    Amabili Confini è una fucina di idee, uno “spazio del fare” in cui si sperimentano nuove pratiche di condivisione, un luogo di approfondimento e incontro che ha come obiettivo la crescita sociale della comunità.

    Il progetto pone al centro la cultura come motore di sviluppo, utilizzando la narrazione “diffusa” e il racconto corale per colmare il deficit di partecipazione dei cittadini, stimolando la comunità a ritrovarsi, a riconoscersi e a identificarsi in un luogo.

    Il progetto non usufruisce di finanziamenti pubblici e si realizza grazie al sostegno di partner privati.

    Condivisione

    Il progetto è un edificante esempio di come si possa attuare una crescita culturale della comunità mediante la partecipazione attiva degli abitanti che diventano protagonisti e artefici di un processo di trasformazione e di cambiamento. Gli abitanti condividono le finalità del progetto e, attraverso un’azione di divulgazione con il passaparola o l’utilizzo di altri mezzi di promozione, lo rendono virale.

    Inclusione

    Con l’iniziativa si intende dare voce anche agli esclusi, agli emarginati, a coloro che vivono disagi familiari e sociali, agli immigrati, ai minori delle case-famiglia, ai detenuti della Casa Circondariale di Matera che, mediante i loro racconti, potranno superare i “confini” che li separano dalla comunità ed esternare, così, le loro emozioni.

    Contaminazione

    Apertura al dialogo, al confronto di idee per andare in profondità e creare nuove suggestioni. Il progetto favorisce l’interazione con altri partner e altre rassegne che presentano affinità con Amabili Confini e con cui si possano stabilire relazioni e sinergie. Amabili Confini permette, inoltre, l’incontro e lo scambio di esperienze tra generazioni diverse animate dalla passione per la cultura e dal desiderio di un rinnovamento sociale.

     

    NEWS ED EVENTI

    Scrittori allo specchio

    Scrittori allo specchio

    “Scrittori allo specchio”, rassegna con cinque prestigiosi traduttori per parlare dei grandi libri da loro curati. A Matera nel mese di Settembre 2022

    leggi tutto